La degustazione del mese

Questo mese ho degustato per voi…

Vieux Rhum – Domaine De Courcelles, 1972 (dernière distillation)

Meravigliosa capsula temporale, questo rhum, distillato in Guadalupa nel Gennaio 1972, è stato selezionato, con la consueta lungimiranza, da Velier, e messo in foudre (grande contenitore da almeno 4000 lt in legno di quercia francese) a pieno grado (brut de fut), nel 2003, dopo aver passato i precedenti 31 anni in botti di rovere da 220 lt., indi imbottigliato nel 2005, per restituirci la fotografia migliore possibile di un savoir-faire e di una tradizione che oggi sembrano lontane, pur in un periodo di grande rivalutazione per il Rhum Agricole ed il Rum in generale.

Distillato prima che gli alambicchi in uso al Domaine fossero anch’essi dismessi (nel 1972, appunto, mentre il Domaine chiuderà i battenti ben prima, nel 1964, e gli alambicchi verranno trasferiti presso il Domaine de Sainte Marthe), è un rhum de sucrerie, che ci riporta ad un’epoca in cui questo distillato era un naturale continuum della filiera di produzione dello zucchero: un modo per utilizzare, con ulteriore profitto e riuscita, tutte le potenzialità della canna. Era prodotto, infatti, probabilmente a partire da melassa. Il Domaine De Courcelles sorgeva nel lieux-dit Courcelles, a Grande Terre, Guadalupa, nei pressi di Sainte-Anne, ed era una grande Habitation produttrice di zucchero (e rhum) appartenente a Monsieur Amédée Huygues Despointes, martinichese trapiantato in Guadalupa. Oggi su Grande Terre, l’ala “calcarea”, quindi tecnicamente più vocata del papillon Guadeloupe per la produzione di canna da zucchero, non rimane che la distilleria Damoiseau.

La bottiglia, scura, è quella che Velier destina agli imbottigliamenti di pregio: il tappo purtroppo cede, e lo estraggo con le lame. Fortunatamente resta compatto. Lascio riposare venti minuti la bottiglia, per farla respirare un po’, dopo tanto tempo, poi verso il liquido nel bicchiere: l’emozione mi fa tremare un po’ la mano: è un rhum a cui sono molto affezionata. E’ denso quasi come uno sciroppo, color oro antico, molto brillante e pieno di riflessi, dal cuoio, all’arancio, al rosso scuro. Il naso, già da una certa distanza, si apre, dopo qualche istante, vivo ed elegante, su note di petalo di rosa, incenso e chiodo di garofano, poi diventa morbidissimo, tra vaniglia, frangipane e crema pasticcera, e si allunga nel cioccolato gianduia. L’ultimo tocco è quasi salmastro, un lungo e tranquillo passaggio di chiusura, che rende fresco e tonico questo ragazzo di oltre quarant’anni.

In bocca è incredibilmente spesso, oleoso, morbido, sulle stesse note speziate, poi di creme caramel e vaniglia, rivelate al naso, ma i 54 abv arrivano diretti, come un pizzico deciso alle papille gustative, con la stessa forza un po’ rude di un vecchio tessuto di lana grezza e scura, pieno di calore, dalla trama fitta, regolare e nerboruta dei tempi andati. La lunghezza è anch’essa incredibile, e rivela, via via, note sempre più profonde, dal the nero molto forte, al cioccolato, al miele di favo, al balsamico della propoli e degli aghi di pino, fino al salmastro già annunciato al naso: un tam tam di richiami tra naso e palato si inseguono in una fitta giungla di sensazioni, che non mi lasciano abbandonare facilmente il bicchiere senza fare un altro, piccolo sorso.

La retrolfattiva mi riporta al the ed alle spezie, ma la sorpresa, grande, è il verre vide: ad andar troppo veloci non si sentirebbero che la vaniglia ed il chiodo di garofano, ma, se si aspetta, c’è ancora, sotto, quello sbuffo iniziale di petali di rosa, così vivo, inusuale ed elegante: una promessa di eternità.

E’ un rhum non facilmente reperibile sul mercato, forse più probabile da trovare in un’asta, e dal prezzo assolutamente non fair, ma, come la vecchia edizione di un libro cui tenete molto, vale la pena di averlo, solo per prenderlo tra le mani, aprirne, ogni tanto, le pagine consunte dagli anni, e scoprire che ciò che contiene non teme il tempo, anzi, lo conserva intatto per voi.

Santé e buon 2020 a tutti!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:
search previous next tag category expand menu location phone mail time cart zoom edit close